LE SFIDE DEL 2010

Silvano Severini
unpublished
Il 2010 si prospetta, per il nostro Istituto, come un anno di sfide e cambiamenti. Quello che si vuole attuare è un nuovo sistema di concepire il lavoro, un reale cambiamento culturale che grazie alla partecipazione di tutti determinerà il successo della nuova organizzazione dei servizi. Le parole chiave del 2010 sono: nuovo modello organizzativo, controllo di gestione e comunicazione. Rappresentano ambiti diversi strettamente connessi tra loro, la cui interazione dovrà diventare la
more » ... tare la caratteristica peculiare del nostro Istituto. I principi ispiratori che guideranno la riorganizzazione dell'Istituto sono quelli di una logica aziendale improntata all'efficienza, alla trasparenza e soprattutto alla meritocrazia. In questo modo si favorirà la costruzione di un sistema dove ogni singolo pezzo all'interno dell'ideale "scacchiera organizzativa" rappresenterà un ruolo ed una funzione di riconosciuta importanza nel contesto della logica aziendale. L'organizzazione che si vuole strutturare dovrà essere in grado di assorbire le istanze del territorio in maniera integrata non più parcellizzando le attività. Con l'ottimizzazione delle risorse, umane ed economiche, il binomio professionalità tecnica e di autonomia gestionale guiderà il conferimento di nuovi incarichi con attribuzione dei relativi compiti e responsabilità nella logica della valorizzazione delle conoscenze e competenze che rappresentano il vero valore aggiunto di un Ente pubblico. La valorizzazione delle risorse professionali passerà, necessariamente, anche attraverso una nuova cultura della valutazione. Questo processo di razionalizzazione libererà delle risorse necessarie per effettuare significativi investimenti nel campo della ricerca e innovazione tecnologica. In questa ottica si pone anche l'attivazione del Controllo di Gestione, che nel nuovo sistema organizzativo assocerà merito, autonomia gestionale e amministrativa dei dirigenti con l'attribuzione di budget specifici.
fatcat:zvn4n4oml5eihgfvqpdjhmrkvm