Analisi dell'evoluzione degli strumenti internazionali volti al contrasto della violenza di genere

Agostina Latino
2015 Pensar  
Pensar, Fortaleza, v. 20, n. 3, p. 649-677, set./dez. 2015 Analisi dell'evoluzione degli strumenti internazionali volti al contrasto della violenza di genere Analisi dell'evoluzione degli strumenti internazionali volti al contrasto della violenza di genere Analysis of the evolution of international instruments aimed at combating gender violence Agostina Latino * Riassunto Il fenomeno della violenza nei confronti delle donne è una vera e propria pandemia che non conosce confini poiché investe
more » ... i poiché investe indistintamente tutto il mondo, sia pure con declinazioni e tassi di incidenza diversi. La violenza nei confronti delle donne assume diverse forme, alcune più frequenti di altre, nei diversi Paesi del mondo. La Convention on the Elimination of All Forms of Discrimination against Women -CEDAW, all'art. 17 -Parte V, prevede l'istituzione di un "Comitato per l'eliminazione della discriminazione nei confronti della donna" che ha il compito di sorvegliare lo stato di applicazione delle norme da parte degli Stati contraenti. La Convenzione sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica è stata adottata quindi dal Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa il 7 aprile 2011 ed è stata aperta alla firma l'11 maggio 2011 in occasione della 121 ma sessione del Comitato dei Ministri a Istanbul. La Convenzione di Istanbul rappresenta sicuramente un punto di riferimento a livello internazionale per quanto riguarda la lotta alla violenza contro le donne. Parole Chiave: Violenza nei confronti delle donne. Strumenti internazionali. Convenzione di Istanbul. Abstract The phenomenon of violence against women is a real pandemic that knows no boundaries because investing indiscriminately around the world, albeit with * Analisi dell'evoluzione degli strumenti internazionali volti al contrasto della violenza di genere La violenza nei confronti delle donne è un tema risalente nel tempo 1 . In queste brevi note, dopo aver individuato le forme più diffuse di violenza nei confronti delle donne, cercheremo di ricostruire le tappe degli strumenti adottati sotto l'egida delle Nazioni unite e nei quadri regionali, per analizzare più specificamente la Convenzione di Istanbul, ossia la Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica, approvata dal Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa il 7 aprile 2011, aperta alla firma l'11 maggio 2011, entrata in vigore il 1° agosto 2014(COUNCIL OF EUROPE, online, 2011). Forme di violenza nei confronti delle donne La violenza nei confronti delle donne assume diverse forme, alcune più frequenti di altre, nei diversi Paesi del mondo. Peraltro, un comune denominatore che può essere rilevato nella più gran parte dei casi è la povertà, posto che, secondo i dati NU più del 70% degli individui che vive al di sotto della soglia di povertà è di sesso femminile. Il dilagare della violenza nei confronti delle donne è favorito altresì da normative interne poiché alcuni ordinamenti adottano misure discriminatorie che impediscono la piena parità di diritti fra uomini e donne. Le modalità più diffuse di violenza nei confronti delle donne sono riconducibili principalmente a cinque schemi: violenza domestica, pedofilia, tratta, mutilazioni genitali, stupro di guerra.
doi:10.5020/2317-2150.2015.v20n3p649 fatcat:2wfzhwhplrdn7gnsvj2zngijg4