Mafia, psicopatologia e psicoterapia: spunti di riflessione a partire da un percorso di ricerca

Cecilia Giordano, Girolamo Lo Verso
2013 International Journal of Psychoanalysis and Education  
L'articolo affronta i temi legati al lavoro psicoterapeutico con soggetti appartenenti a famiglie mafiose a partire da una ricerca condotta su un campione di psicoterapeuti delle tre regioni in cui l'organizzazione criminale è storicamente più forte e radicata (Sicilia, Campania, Calabria).Dopo le stragi del "92, infatti, l'intera organizzazione Cosa Nostra entra in crisi e con essa i suoi membri.A partire da quegli anni la sofferenza psichica di questi soggetti comincia a trapelare al di fuori
more » ... di queste realtà attraverso un'esplicita domanda d'aiuto agli psicoterapeuti operanti nei servizi di salute mentale o nel privato.Che cosa significa per un terapeuta aiutare un paziente a svelare la propria storia quando questa è attraversata da omicidi, tradimenti, morti bianche, di uomini noti alla cronaca giudiziaria? In tal senso il presente contributo mira a mettere in luce, attraverso l'analisi delle dinamiche controtransferali che si attivano nel terapeuta, le peculiarità e le difficoltà che contraddistinguono la relazione clinica nel lavoro con soggetti appartenenti a famiglie mafiose.
doaj:3e363e67784d4effa32d517fa9728604 fatcat:w7o5yzukmbbnhnnp7lnuw2hu7m