SigMa-Rivista di Letterature comparate, Teatro e Arti dello spettacolo

Vol, Francesco Giusti
unpublished
Il cerchio che non chiude: forme della temporalità nella poesia contemporanea 1. Una fine che non si compie La poesia lirica, come genere letterario, ha sempre avuto un rapporto piuttosto problematico con la "fine"; le dinamiche del rapporto, però, possono assumere forme diverse nel corso dei secoli. L'interesse qui non è rivolto tanto alla fine come tema dei versi, quanto alla modalità discorsiva della lirica, cercando di rilevare possibili mutamenti in alcuni testi composti dopo il 1945. Per
more » ... dopo il 1945. Per discuterne, in ogni caso, è necessario distinguere preliminarmente tra due accezioni in cui è possibile intende-re la parola fine: come "conclusione" di un'operazione e come "compiutezza" dell'opera. In quanto "artefatto" disponibile per la ripetizione-su questa dimensione, che riprende da Gre-ene (1991), insiste Jonathan Culler nella sua recente proposta di una teoria della lirica in prospettiva tran-storica (2015)-il testo deve giungere a una conclusione, cioè a un certo punto l'ope-ra deve sottrarsi al divenire. Non è affatto scontato, però, che raggiunga anche una sua compiutezza, la perfetta realizzazio-ne delle istanze che l'hanno generata e la risoluzione definitiva delle sue tensioni interne.
fatcat:gnz3wc7tojadhlxm5eryzchvte