NOTA ALLA SENTENZA N. 274/2016 DEL TRIBUNALE DI RIMINI (*)

Marco Tonti
unpublished
La sentenza in commento si è pronunciata sulla domanda giudiziale promossa da un investitore nei confronti della banca nella quale egli aveva aperto un dossier titoli, del suo promotore finanziario, nonché della società emittente il prodotto acquistato. Trattavasi di una polizza sulla vita cosidetta unit linked che, nell'arco temporale di alcuni anni, aveva generato forti perdite in capo al risparmiatore, nonostante che, ad avviso di questi, il promotore finanziario lo avesse rassicurato, al
more » ... rassicurato, al momento dell'acquisto ed anche successivamente, circa la natura non rischiosa e non speculativa del prodotto, da ascriversi nella categoria delle polizze assicurative sulla vita. Ed è proprio sulla natura di tale prodotto di investimento che il Tribunale di Rimini, nella persona del dott. Dario Bernardi, si sofferma lungamente in sentenza, con una disamina dettagliata degli indici dai quali sarebbe possibile inferire la riconducibilità delle polizze in oggetto alla tipologia dei prodotti finanziari o dei prodotti assicurativi. Le ricadute pratiche di una tale classificazione sono evidenti, in quanto, riconducendo le polizze unit linked ai prodotti finanziari di investimento, troverebbe applicazione l'intera disciplina legislativa e regolamentare in materia finanziaria, in primis il Decreto Legislativo n. 58 del 24 febbraio 1998-Testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria. Nel caso in disamina il Tribunale di Rimini si è indirizzato nel senso di ritenere la natura finanziaria delle polizze in questione, desumendola dai seguenti indici rilevatori: a) il collegamento, evincibile dalla nota informativa sul prodotto, esistente tra le prestazioni delle polizze index linked ed il valore delle quote di organismi di investimento collettivo;
fatcat:zu2cdlqcsnb2vdjitesv2ulniu