Gestire la cronicità in diabetologia: quali opzioni per inte-grare la filiera produttiva tra ospedale e territorio

C Miranda, S Acquati, R Assaloni, R Da Ros, M Rondinelli, Toni Ausl, Di Forlì
2016 J AMD   unpublished
RIASSUNTO Scopo L'assistenza alle persone con diabete rap-presenta in tutto il mondo, uno dei principali proble-mi di organizzazione dei sistemi di tutela della salute per gli elevatissimi costi diretti e indiretti. Al fine di favorire il raggiungimento di target fissati dalle linee guida è indispensabile adottare modelli gestionali ed organizzativi che nella letteratura internaziona-le sono indicati come "chronic care model". In Italia, l'applicazione di questi modelli è rappresentata dalla
more » ... presentata dalla "Gestione integrata della malattia". Materiali e metodi La gestione integrata prevede l'attivazione di Percorsi Diagnostico Tera-peutici Assistenziali (PDTA), condivisi e codificati per i vari stadi di patologia. Il modello ideale di ge-stione integrata del diabete dovrebbe essere sosteni-bile, funzionale agli obiettivi clinici, garantire equità ed omogeneità di cura a livello nazionale. Già prima della pubblicazione del Piano Nazionale sulla Malat-tia Diabetica 2013, ci sono state diverse esperienze di gestione della patologia diabetica sulle indicazioni del progetto IGEA. A tal scopo abbiamo analizzato il progetto di ricerca "L'impatto dei modelli proattivi innovativi implementati a livello regionale per l'as-sistenza alle persone affette da patologie croniche", condotto nell'ambito del programma CCM del Mini-stero della Salute per l'anno 2012: Progetto Medina. Risultati L'analisi del Progetto Medina ha di-mostrato quali punti di forza: reclutamento mirato, aumentata compliance dei pazienti, confronto fra i professionisti ed adozione di modelli di iniziativa, mentre i punti di debolezza sono stati: adesione ai progetti circoscritta nel tempo, aumento della bu-rocrazia, mancanza di una cartella condivisa, mo-nitoraggio e valutazione delle performance spesso assenti, mentre l'integrazione tra MMG e specialista circoscritta ai casi più gravi. Conclusioni Quindi proponiamo un modello di gestione integrata sostenibile e funzionale agli obiet-tivi clinici a livello nazionale, basato su una seg-mentazione semplificata per intensità di cura della patologia diabetica, secondo il modello dell'Health Population Management, che partendo da dati ammi-nistrativi è applicabile da subito sull'intero territorio nazionale. Parole chiave Diabete mellito tipo 2, Modelli di gestione, Segmentazione. SUMMARY Aim One of the principal problems of organization in the health protection's systems worldwide, due to direct and indirect very high costs, is the assistance to people with diabetes. In order to facilitate the achievement of targets set by the guidelines it is essential to implement managerial and organizational models recognized by international literature and referred to as "chronic care model". In Italy, the "In-tegrated management of the disease Method" represents the application of these models. Method The integrated management includes the activation of the Diagnostic-Therapeutic-Assi-stential Path (DTAP) shared and encoded for the various stages of the disease. The model of integrated management of diabetes should ideally be sustai-GESTIRE LA CRONICITÀ
fatcat:y2p7wpzngrfifg46rgb5kz6crq