QUALCHE CONSiDERAZ¡ONE SULL'USO DELL'ACCENTO GRAFICO IN ITALIANO FELIX BOBADILLA E. Novoro lV ed¡zrone I9é2

Ceppellini-Vincenzo, Dtzionorio Lstitulo Geogrof, De Agostrn
unpublished
Areo de lto liono 0"1-ll proposito di questo lovoro b opportore schiorimenr, od olcuni concetti espressi do Grozio Vitole nello suc onolisi sul problemo dell'occenroqrofico.(l)Allo stesso tempo cercherb di opprofr.,'l:,e i doti forniti esituorli in uno prosperf¡vo che corrispondo meqlio oqli orien¡omenti dello linquistico od,e¡no. 0.2 Credo che sorb benef icioso. per ottenere moqqiore esotezzo .opplicore o i c o n ce t ti deil orricolo citoto.i metod, e i mezz', dello fonoloqio" (2)
more » ... io" (2) Comunque.primo di onolizzore l'ort,colo bssondoci su questi orientomenti,commen-terb olcune offermozioni fo¡re doll outrice e do oltri studiosi dello linquo itoliono. 0"3 Lo Virole inizio il suo orticolo offermondo' "Nello linquo rtoliono (""")non si seono l'occento tonico od occezione delle porole tronche e di olcunimonosillobi"" Dopooqqiunqe: " """ olcuni dicono che semplifico molio lo¡toqrofio"; mo lei non b d'occordoeoppoooió f 'opinione opposro dello moqqioronzo.secondo le sue porole,loquolesostiene " ..o che cib vo o discopito di uno pronuncio esotto"" (3) 0"4 Vediomo odesso il qiudizio del Provenzol (4); " Le porole dello nostro linouo sono,in qrondissimo moqqioronzo p,one Percib l'occento di reqolo si sc¡íve soltonto sul-le porole tronche quondo rerm;nono con uno vocole.equolchevoltoonchesullesdrucciole", 0.5 Eccone un olrro" L ;toliono'e uno deile iinque piú ovore nell'uso dell'occento scrrtro; lo seqno infotti.per obbliqo soltonto sulle porole rronche (ondrb. Grio. "..) e inol-tre su cert; monosillobi che occorre disrinquere do oltri di idenrico formo mo disionificoro diverso g.6"s lo, o ornonimi ' (5) 0,ó' Commentiómo odesso quesre opinioni: Al Provenzol non si presento olcun dubbio, perché le porole nello stroqronde moqq,oronzo.venqono pronunziote pione.cos'i che il seqno tl) V¡rore G oz.o; "Quctche po'r colo;,rt i¡r¡guisf,co" (l) ,n ld tomo 4/ l9ó5. Hueber Mongotd München Germon o 12) ll rerm,ne lonotog ó s oppt¡co qur nel senso doro dolto Scuoto dr P¡qt. e rsuor seguoc r "Fonologro E to d sc,pt.no,linguistico che sioccupo dello studio dello funzione degii elementr fonrci delle i'rngue vole o dire studio r suonidol punto di visto del loro lun zionomento nel lrnguogqio e rl loro imprego per formore'segni lrnguistici-Alorcos"Fono-logro Espoñolo Editoriol Gredos l9ó5 4o ed p 25 Do vedere questo stesso outore, pogg ?t ?9: l"lortinet,André;'Lo lrngurstico sincrónico Ed Gredos 197.l. reimpresión-poss 42 140 Glr outori itolioni di grommotiche normotive e idiz.ionori odoperono oncoro il termine fonologro come sinonimo di fonetico. E lo porte dello grommotico che studio isuoni di uno linguo e ll modo prú correiro di esprimerli con i segni dell o lfobeto. Anche, fonetico
fatcat:wfpdjjys4fczzbqlrjoaf522cm