DIDATTICA DELLA CHIMICA E TRASPOSIZIONE DIDATTICA Parte seconda - Un'approccio didattico alla costruzione del concetto di trasformazione chimica

Elena Ghibaudi, Ezio Roletto, Alberto Regis
2016 Perspectives in Science  
Please cite this article in press as: Ghibaudi, E., et al., DIDATTICA DELLA CHIMICA E TRASPOSIZIONE DIDATTICA Parte seconda -Un'approccio didattico alla costruzione del concetto di trasformazione chimica. Perspectives in Science (2016), http://dx.Ricevuto il 3 dicembre 2015; received in revised form 10 marzo 2016; accettato il 22 aprile 2016 Disponibile online xxx PAROLE CHIAVE Trasposizione didattica; Situazione-problema; Socio-costruttivismo; Modello didattico allosterico; Sequenza di
more » ... Sequenza di apprendimentoinsegnamento Riassunto Questa seconda parte illustra un esempio di trasposizione didattica realizzata in Italia, in classi della scuola secondaria di II grado. Oggetto della trasposizione sono i concetti di trasformazione chimica, di reazione chimica e di equazione di reazione; un risultato di questo percorso è l'introduzione della distinzione fra le nozioni di atomo e molecola da parte degli allievi stessi, come ipotesi necessaria per interpretare la fenomenologia osservata. L'approccio adottato in questa sequenza è di tipo storico-epistemologico e la prassi mediante la quale viene realizzata è socio-costruttivista. Lo strumento didattico è la situazione-problema. Nella prima parte di questo articolo vengono presentate le attività che consentono agli studenti di elaborare il concetto di trasformazione chimica a partire dal concetto di identità di una sostanza chimica e dall'utilizzo del modello particellare. Nella seconda parte vengono presentate le attività di apprendimento che partendo dal contrasto fra le idee di Dalton (atomo indivisibile) e quelle di Gay-Lussac (legge di combinazione dei gas) portano alle ipotesi di Avogadro e alla distinzione fra molecole e atomi operata da Cannizzaro.
doi:10.1016/j.pisc.2016.04.105 fatcat:ocef2odoqzgfpmztrytng3fvse