La nozione coseriana di dialetto e le sue implicazioni per l'area italo-romanza

Riccardo Regis
2017 Revue Romane  
Cognitive sociolinguistics evaluates the influence of socialisation on cognitive operations that underlie the acquisition, the functioning and the use of a language system. Looking at language, as a human faculty, we are prompted to investigate the relation between the invariant elements, that we define natural, on one side, and the historical and social variations, on the other. Within a perspective that interprets cognitive operations as socially and historically determined, Bourdieu's notion
more » ... of linguistic habitus may be a way of interpreting the link between human nature, society and language in terms of embodiment of social structures in the subject's cognitive patterns. This notion of linguistic habitus may play a significant heuristic role in cognitive sociolinguistics, especially in hypothesising a particular functioning mode of linguistics competence with respect to the linguistic systems and their inherent variations. Using the notion of habitus allows us to integrate the crucial attempts of cognitive sociolinguistic analysis and to include analysis of linguistic usage in a broader epistemological framework which combines different disciplines in order to become a form of linguistic ethology. Introduzione La sociolinguistica si occupa di analizzare gli usi linguistici riconoscendone il carattere situato in un orizzonte sociale di riferimento. Lo sforzo della disciplina è così quello di esplorare il linguaggio non soltanto «come insieme compatto di rapporti logico-grammaticali» (BECCARIA et alii, 1994:676), ma in relazione alla sua attualizzazione in rapporti quotidiani di scambio linguistico. Da questo punto di vista, la categoria di habitus linguistico coniata dal sociologo francese Pierre Bourdieu (cfr. BOURDIEU 1982:14) rappresenta un contributo con il quale la sociolinguistica non può evadere un confronto serrato, in direzione di una comprensione del linguaggio come un'entità radicalmente storica e sociale. Cercheremo di proporre una riflessione circa il costrutto teorico di habitus, indicandolo come un luogo euristico, nell'ambito del dibattito tra orientamenti cognitivi e orientamenti di tipo sociale allo studio del linguaggio e della natura umana, nel quale ricomporre istanze dotate di valore sociale e culturale e istanze di tipo più strettamente biologico-cognitive.
doi:10.1075/rro.52.2.02reg fatcat:4llepgqaajhx3f5tm7mfqyp4am