L'estimo e la valutazione dei danni ambientali

Ugo Sorbi
2019
1. I1 problema, arduo e complesso, della "posizione" dell'Estimo di fronte alla valutazione del danno ambientale è di quellie l'esperienza di questi primi anni lo conferma chiaramenteper fare fronte ai quali è necessario, se non proprio "meditare" su una possibile pertinente teoria estimativa, quanto meno "rivisitare" la teoria generale dell'Estimo. Tale necessità è suggerita dal fatto che occorre anzitutto rendersi bene ragione se esistono o meno limiti di applicabilità di tale teoria ed
more » ... ale teoria ed esaminare, poi, in relazione a ciò se è possibile apportarvi eventuali completamen ti. E' fuori dubbio che nella valutazione del danno ambientale inteso nella sua più lata accezione, ci troviamo in presenza di una vasta nuova problematica di stime, spesso condizionata da altre problematiche, fatto nuovo e denso di incognite. Intanto è da sottolineare la circostanza che, essendo l'impatto ambientale nelle dimensioni ed articolazioni che va assumendo strettamente correlato all'avanzare della tecnologia che è in continuo sviluppo, sovente si spostano i termini di riferimento e di "aggancio" previsionale della (o delle) stima. Inoltre, l'impatto ambientale, per sua intrinseca natura, unisce il più delle volte in vario modo alla valenza mercantile-economica quella più squisitamente etico-sociale, non mercantile, almeno nel senso stretto di questo termine. Attualmente, in effetti, mentre si va attenuando la "bufera" consumistica, tipica di una economia edonistica-industriale, si assiste ad un allargarsi di interesse, sollecitato pure dai reiterati richiami di eminenti uominidiscienza,diculturaedicultodituttoilmondo,perquantonellavita ~~ * Prof. f.r. nell'llniversità di Firenze, Presidente del Ce.S.E.T. Conferenza di chiusura al 111 Curso de Valoracion Agraria organizzato dail'università Politecnica di Valencia, assieme all'Asociaci6n Espaiiola de Valoracion Agraria. 27.3.1992
doi:10.13128/aestimum-8177 fatcat:o7m3nr3nsvc53a3wliczm7zf4a