Campylobacteriosi nel perugino nel primo biennio del nuovo secolo: alcuni aspetti e considerazioni di microbiologia clinica

Daniele Crotti
2004 Microbiologia Medica  
Microbiologia M e d i c a 37 INTRODUZIONE Le infezioni intestinali (enteriti acute, nella fattispecie) sostenute da Campylobacter, ed in particolare dalla specie C. jejuni e, più raramente, dalla specie C. coli (appartenenti al cosiddetto gruppo dei ceppi termotolleranti), sono le infezioni batteriche più spesso osservate, nella nostra realtà geografica, nei bambini come negli adulti, al pari di quelle sostenute da Salmonella spp, seppure più spesso sia quest'ultima ad essere identificata (1,
more » ... , 23). Altre specie del genere Campylobacter così come altre specie di generi affini (Arcobacter, Helicobacter) sembrano invece tuttora assenti (10, 27). Altresì dicasi per altri patogeni intestinali batterici, da noi rari, rarissimi se non del tutto assenti, eccezion fatta per C. difficile tossino-produttore, così come per gli agenti protozoari, anch'essi piuttosto rari, quantomeno nelle enteriti acute, mentre tra gli agenti virali, rotavirus è, tra i bambini, forse l'agente eziologico più frequente (5, 9, 24) . Va sottolineato, ad ogni buon conto, come per alcuni agenti batterici e nuovi agenti virali, le possibilità diagnostiche non sono ancora a disposizione della maggior parte delle strutture di laboratorio (e così nel laboratorio dove opero), soprattutto perché complesse o economicamente costose, per cui lo spettro degli agenti responsabili di un enterite, per i quali si può procedere alla specifica ricerca, è sicura-INFEZIONI DA CAMPYLOBACTER Campylobacteriosi nel perugino nel primo biennio del nuovo secolo: alcuni aspetti e considerazioni di microbiologia clinica Campylobacter infections in Perugia during 2001-2002: clinical microbiology aspects and new considerations
doi:10.4081/mm.2004.3020 fatcat:okvb66gp6zdulnpsflh2rclocu