[Nuove disuguaglianze di salute: il caso degli immigrati]

Mara Bordogna
unpublished
The theme of inequalities in health conditions is taking on an increasingly important role in our society, because these inequalities are growing, and only if individuals are in good health can they be full citizens. In this paper we analyze and discuss new forms of inequality in health conditions, in relation to the presence of immigrants. In particular, we show how a society with racist tendencies contributes to increasing inequalities in health conditions, particularly as regards access to
more » ... alth services. We use quantitative and qualitative data. Analizzando la letteratura sul tema (Marinacci et al. 2011) e la più recente Relazione sullo stato sanitario del paese (Ministero della Salute 2012), si può osservare che in Italia, al pari del resto del mondo, permangono disuguaglianze di mortalità e nello stato di salute (Costa et al. 2012), ed in particolare le disuguaglianze di salute specificamente associate alla stratificazione sociale si mantengono stabili, e in alcuni casi addirittura si estendono o diventano più profonde. Vivere nel Mezzogiorno con una bassa posizione sociale, ad esempio, comporta un aggravamento degli effetti sfavorevoli sulla salute. Le donne meno istruite e i disoccupati presentano maggiori svantaggi di salute fisica e psichica rispetto a quelli riscontrati in altre regioni. Andamento stabile fra gli uomini, in aumento fra le donne. Nonostante la forte attenzione da parte dei decisori pubblici e dei sistemi sanitari regionali alla questione dell'equità, resta tuttora aperto l'interrogativo circa quali disuguaglianze permangono e come esse possano e debbano essere controllate. Problematica riscontrabile in tutti i paesi occidentali, in quanto l'accesso ai servizi continua ad essere diseguale (Marmot, Wilkinson 1999; Gulliford, Morgan 2003) nonostante la presenza di sistemi sanitari moderni, e le differenze continuano ad interessare i vari gruppi sociali nelle specifiche realtà nazionali (van Doorslaer, Masseria 2004; Kunst, Mackenbach 1992; Bago d'Uva, Jones 2009). Il quadro delle disuguaglianze di salute interessa sia nei diversi paesi (livello macro), in particolare se appartenenti alla stessa area geografica, sia i differenti gruppi socio economici della medesima nazione (livello meso), (Bartley 2004; Leclerc, Kamiski, Lang 2008; Lucchini, Tognetti Bordogna 2010), sia gli individui del medesimo contesto (livello micro) (Costa et al. 2012). La pubblicazione del 1980 del Black Report, nel Regno Unito, contribuì a sfatare il mito circa la capacità dei sistemi sanitari universalistici di ridurre l'eterogeneità delle condizioni di salute delle persone sia a livello individuale sia a livello di gruppo. Inoltre il successivo studio inglese sull'influenza del contesto sociale e della posizione di classe sulla distribuzione dei rischi per la salute, l'Acheson Report del 1998, ha evidenziato che i livelli di mortalità sono inversamente correlati con il livello della classe sociale. Anche il Rapporto Lalonde (1974) aveva mostrato che, rispetto alla salute, fossero rilevanti le modalità di
fatcat:zbhxo4ftynckjhvx2p4shqdtyu