Filosofia senza τέχνη? Ragioni a confronto

Gian Terravecchia
2017 unpublished
The paper presupposes that philosophy is first of all a practice. On this ground, it discusses the thesis that philosophy is a kind of practice which is necessarily applied through some τέχνη. The pros and cons of such a thesis are presented. After this, the reasons against the thesis are critically examined. The thesis is furtherly strengthened by examining some positive outcomes derived from its acceptance. Sommario: Sul presupposto che la filosofia sia, prima di tutto, una pratica,
more » ... pratica, l'articolo sostiene la tesi che essa si svolge necessariamente secondo una τέχνη. Gli argomenti contro e pro vengono esposti e, in secondo luogo, vengono esaminati criticamente gli argomenti contro, così da mostrare la forza della tesi in discussione. Questa viene ulteriormente rafforzata dall'esame di alcuni esiti positivi che derivano dalla sua ammissione. Parole chiave: τέχνη, filosofia, metafilosofia 1. Introduzione 1 La complessità della filosofia sembra portare allo scetticismo circa la possibilità di determinare la sua natura. Ciò avviene per le sue molteplici e apparentemente irriducibili ramificazioni, settorializzazioni, specializzazioni, per le sue disparate metodologie e tradizioni, per gli esiti spesso aporetici dei tentativi metafilosofici di qualificarla. Tale conclusione è ulteriormente rinforzata dalle posizioni che negano la possibilità di proporre approcci definitori in metafilosofia. Questo avviene, ad esempio, in quella prospettiva deflazionista di matrice wittgensteiniana, che ricusa la possibilità di determinare una qualche natura che possa esprimere quella che invece è una pratica di vita, anzi un insieme di forme di vita che si accostano le une alle altre, per somiglianze di famiglia. Quella scettica allora costituisce non solo una soluzione, almeno prima facie, largamente condivisa, ma anche una via facile ancorché rinunciataria. Il presente saggio esplorerà le ragioni contro e quelle pro circa la tesi che la filosofia si esercita necessariamente secondo una τέχνη. Non si tratta evidentemente di una definizione completa, perché manca della differenza specifica, eppure essa ha una valenza definitoria forte, pur nella sua parzialità, perché ritiene di individuare il genere prossimo di quella pratica che, appunto, è la filosofia. 1 Sono grato ad Antonio Da Re, Enrico Furlan e Paolo Zecchinato per le utili e anzi spesso preziose osservazioni critiche a versioni precedenti del presente testo.
fatcat:6frfwzwhwbcibppoyy6gojbcxm