Web 2.0 e social media nella formazione e l'aggiornamento del medico di medicina generale

Vincenzo Verrone
2014 unpublished
The Web 2.0 and social web tools offer new means for teaching and learning and to facilitate continuing medical education. Many tools provided by web 2.0 are already in use as a common widespread application in services providing medical education. Even if Web 2.0 and other social media have many potentials, they are still unknown or scarcely used by many medical professionals. This review highlights the main characteristics of these new tools, with a special emphasis on the typical model of
more » ... typical model of web 2.0 collaboration, which is a powerful way to facilitate the creation of communities of practice creation among the involved practitioners. RIASSUNTO Il web 2.0 e i social media offrono nuovi canali e mezzi innovativi per la formazione e l'aggiornamento pro-fessionale ma, nonostante le loro potenzialità, sono ancora poco conosciuti e utilizzati dalla classe medica. Parole chiave: Web 2.0, Social Media, Formazione Medica Continua L'esplosione di Internet con la diffusione dei Social Network e dei Social Software del web 2.0 [1], attraverso nuovi strumenti e piattaforme che non solo facilitano l'accesso alle risorse e ai servizi offerti dalla rete, ma favoriscono anche la collabo-razione (creazione di comunità virtuali di apprendi-mento), sta orientando anche i medici verso nuove forme di apprendimento, molto più partecipative e orientate ai bisogni, alle potenzialità e alle aspetta-tive personali, con la possibilità di gestire in modo flessibile percorsi, ambienti e strumenti. Le applicazioni del web 2.0, grazie alla loro semplici-tà d'uso (amplificata anche dalla disponibilità di app per dispositivi mobili, quali tablet e smartphone) e alla rapidità con la quale si stanno diffondendo, sono da considerare strumenti innovativi con concrete potenzialità per la formazione e l'aggiornamento di medici e operatori sanitari [2]. Organizzazioni istituzionali, riviste mediche e società scientifiche hanno iniziato a sperimentarli come nuovi canali di comunicazione. Tra i numerosi strumenti della famiglia del web 2.0 alcuni hanno già trovato una sistematica appli-cazione tra i servizi o applicazioni rivolte alla for-mazione e/o all'aggiornamento della classe medica, richiamando l'attenzione della comunità scientifica grazie al livello d'interazione consentito, alla elevata partecipazione nella creazione di conoscenza e alla semplicità di utilizzo [1-3]. Si tratta più specificamente dei feed, dei blog, delle piattaforme di social networking professionale, dei siti di social bookmarking, dei wiki e dei podcast,
fatcat:kqheyygsznacregvkrluzcrtre