Improvement of speech perception in noise and quiet using a customised Frequency-Allocation Programming (FAP) method

J. C. Falcón González, S. Borkoski Barreiro, A. Ramos De Miguel, A. Ramos Macías
2019 Acta otorhinolaryngologica italica  
The objective of this study is the evaluation of speech recognition of experienced CI recipients with standard MAP settings using the default frequency-allocation tables with the optimised frequency-allocation MAP. This is an observational, cross-sectional and quantitative-approach study on 50 adult cochlear implant recipients, 20 bilateral and 30 unilateral implant recipients. 23 men (46%) and 27 women (54%). All subjects were ≥ 18 years old. Differences between the means of the thresholds in
more » ... the thresholds in tone audiometry in free fields were statistically significant in both unilaterally and bilaterally implanted patients; similar results were obtained between average benefits in disyllabic for both unilaterally and bilaterally implanted patients (p < 0.005). The differences between the means of scores were statistically significant for unilaterally and bilaterally implanted patients, similarly occurred with the average in HINT test between standard SRT50% programming and frequency allocation fitting (p < 0.005). Patients using the frequency allocation method, which assigns frequencies based on fundamental frequencies, showed better perception of disyllabic words and open-set sentences in quiet and in noise than patients previously fitted with standard fitting techniques. The method can be applied to different processors and used with different strategies of stimulation. It allows reduction of current intensity levels as well as an increase in the dynamic range and improves the quality of the representation of the signal. KEY WORDS: Cochlear implant • Speech perception • Programming Method RIASSUNTO L'obiettivo di questo studio è la valutazione della discriminazione verbale da parte di soggetti esperti portatori di impianto cocleare con impostazioni MAP standard, utilizzando le tabelle predefinite di allocazione di frequenza con un MAP di frequenza ottimizzato. Questo è uno studio osservazionale, trasversale e quantitativo su 50 adulti con impianto cocleare, 20 bilaterali e 30 monolaterali. 23 maschi (46%) e 27 femmine (54%). Tutti i soggetti erano maggiorenni. Le differenze tra i valori medi di soglia nell'audiometria tonale in campo libero sono risultati statisticamente significativi nei pazienti impiantati sia monolateralmente che bilateralmente; risultati simili sono stati ottenuti nei test bisillabici nei pazienti impiantati sia monolateralmente che bilateralmente (p < 0,005). I pazienti che hanno utilizzato il metodo di allocazione di frequenza, che assegna le frequenze sulla base di quelle fondamentali, hanno mostrato una percezione delle parole bisillabiche e delle frasi libere in quiete e nel rumore migliore rispetto ai pazienti con dispositivo precedentemente regolato con tecniche standard. Il metodo può essere applicato a diversi processori e utilizzato con differenti strategie di stimolazione. Permette la riduzione degli attuali livelli di intensità così come un aumento del range dinamico e migliora la qualità della rappresentazione del segnale. PAROLE CHIAVE: Impianto cocleare • Percezione del parlato • Mappatura impianto
doi:10.14639/0392-100x-2013 fatcat:2vrvkkjxubhzvmg3ilstsqqlnm