La lingua2 nel Web. Prospettive digitali per la didattica dell'italiano a stranieri

Roberto Quaggia
2013
L'articolo si compone di due parti. Nella prima si espongono alcuni punti focali del dibattito sul rapporto tra glottodidattica e tecnologie digitali (dai dispositivi mobili ai software per la comunicazione, fino agli attuali socialnetwork). In particolare l'attenzione è rivolta sul fatto che la lingua della comunicazione digitale costituisce una varietà linguistica dal confronto con la quale l'insegnamento di una L2 non può ormai prescindere, e che le tecnologie digitali della comunicazione,
more » ... correttamente adottate fuori e dentro la classe, consentono di ridurre il confine tra apprendimento guidato e acquisizione spontanea di una lingua seconda. Filo conduttore della riflessione è il concetto di "competenza comunicativa digitale", che si aggiunge alle componenti della competenza linguistico-comunicativa indicate dal Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue. Nella seconda parte del lavoro, dal taglio più didattico, si presenta una serie di strumenti e di esperienze di insegnamento/apprendimento della L2 con l'uso delle tecnologie digitali. In particolare ci si sofferma sulle opportunità offerte dal Web 2.0, simulando la creazione di una piattaforma per l'insegnamento/apprendimento dell'italiano L2 completamente online. Non si tratta di una semplice piattaforma per l'e-learning (o d-learning), ma di una vera e propria rete per l'insegnamento, l'apprendimento, la comunicazione e la formazione che trasforma il modo in cui si usa, si apprende e si insegna una L2. L2 on the Web. Digital perspectives for teaching italian to foreigners The article consists of two parts. In the first we illustrate some focal points in the debate on the relationship between language teaching and digital technologies (from mobile devices to communication software and current social networks). In particular, we focus on the fact that the language of digital communication is a linguistic variety which L2 teaching can no longer ignore, and that digital communication technologies, if utilized properly both inside and outside the [...]
doi:10.13130/2037-3597/3124 fatcat:e7yl7k3jcffirhnd6h2jroc24q