Finnegans Wake & embodied cognition. Una lettura joyciana

Simone Rebora
2014
Con il presente contributo si propone una lettura della teoria del linguaggio in Finnegans Wake, individuando le sue possibili corrispondenze con l'embodied cognition thesis. In primo luogo, vengono revisionati i testi critici relativi al rapporto tra la scrittura joyciana, le scienze della mente e l'evoluzione tecnologica e informatica. In seguito, tramite l'analisi ravvicinata di quattro brani, sono delineati i caratteri della poetica joyciana più prossimi alle recenti acquisizioni nelle
more » ... ze cognitive. In particolare: il radicamento corporale della formazione del linguaggio e l'inesauribilità del processo di interpretazione. La prima convergenza è individuata nell'ambito delle neuroscienze, con riferimento alle recenti proposte di Vittorio Gallese, riguardo l'"incarnazione della comprensione linguistica". La seconda convergenza è individuata nell'ambito degli studi sulla "vita artificiale", con riferimento agli scritti di Christopher Langton e del gruppo di ricerca di Los Alamos.
doi:10.13125/2039-6597/1122 fatcat:57v3msmvgrhotg7fasegc5u45y