Rappresentanza, organizzazione e democrazia. Modelli e politiche sindacali a confronto

Salvo Leonardi
2014 DEMOCRAZIA E DIRITTO  
Premessa Strutturalmente dislocato nel cuore delle forze produttive e per sua natura e vocazione rivolto al controllo delle misure che ne governano i rapporti economico-sociali, il sindacato è probabilmente l'attore collettivo sul quale con maggiore potenza emblematica si scaricano in questi anni gli effetti congiunti della nuova grande trasformazione. Ancor più che su altri pilastri fondamentali del sistema democratico e della rappresentanza politicale istituzioni parlamentari, i partitiè nei
more » ... ri, i partitiè nei riguardi del sindacato che i fattori di crisi sembrano dispiegarsi in un calligrafico intreccio fra l'innovazione dei modelli della produzione economica, la sfera regolativa dei diritti e le espressioni cangianti della soggettività. Nessuna delle proprietà che si era soliti imputare all'esercizio tipico della rappresentanza sindacale si può dire esca oggi indenne dai mutamenti oggettivi e soggettivi in atto. Sia che si tratti della sfera della rappresentatività sociale, di quella negoziale o ancora di quella politica, ambiti nei qualipressoché ovunquesi registrano gravi segnali di arretramento. Con questo contributo intendiamo interrogarci sugli indizi e sulle mappe internazionali di questa crisi, sugli indicatori che la misurano, sulle cause che la generano, sulle politiche organizzative con cui, nei vari sistemi, si sta tentando di porre un argine, con l'obiettivo di rivitalizzare quelle forme di rappresentanza, rappresentatività e democrazia che i profondi mutamenti di questi anni tendono a corrodere e a destabilizzare.  Associazione "B. Trentin"-IRES-ISF
doi:10.3280/ded2013-003007 fatcat:dxa64vogq5fizcf3vrnndtxxt4