Sulla costituzione chimica de' salicilati Memoria di R. Piria

1855 Il Nuovo Cimento  
Un gran numero di fatP. bene stabiliti dimostrano che quando un acido si accoppia con sostanze indifferenti o basiche, il prodotto r risulta da tale accoppiamento ha una capaeith di saturazione minore di quella dell' acido stesso prima d'accoppiarsi. E sebbene questa lcgge soffra talune eccezioni, come p. e. nel ease dell' acido formobenzoilico, dell'acido lattice, di alcune amidi, ed in aitri ancora, pure esse eccezioni si possono intendere e spiegare Der altre considerazioni riferibili a
more » ... i riferibili a questi easi partieolari, lnfatti per l'acido formobenzoilico e per 1' acido lattice si puo dire the l'acido formico, accoppiandosi nel primo case coll'essenza di mandorle amare e nel secoudo coll'aldeide, non produce la solita eliminazione di due equivalenti d'acqua, che ha luogo negli altri accoppiamenti. Quanto poi alle amidi, non 6 dil: ficile intendere come esse possano unirsi alle basi per formare d~'composti analoghi ai sali, quando si considera che l'idrogeno dell' ammoniaca si puo permutare co' metalli, equivalcnte con equivalente, e per conseguenza ( per essere il metulle parte intcgrante del gruppo ) the quest' ammoniaca cos'l modilicata possa accoppiarsi cogli acidi, come far ammouia-vo~. i. ! 6 Ca normale, produeendo delle cupramldi, argentamidi ee. che hanno col sail di euprammonio e di argentammonio la stessa relazione che le amidi co' sail d'ammonio ordinari. Pertanto nessuna di tall considerazioni vale a spiegarg la singolare anomalia che si osserva nelraeido)alicilieo, ii quale sebbene monobasico, forma eogli aleoli etilir metilieo, amilieo de' prodotti acidi, o in altri termini dopo 1' aeeoppiamento ha 1o steaso potere saturante di prima. il Sig. G6rhardt (1)ha cercato di eliminare la diffieolt'3, supponendo the nell' atto dell'accoppiamento dell' aeido salicilieo eogli alcoli, i radieali alcoliei ( metile, etile, amile ) inveee dell' idrogeno metallico dell' acido, andassero a sostituire quello dei radicale salicile, formando de' radicali complessi, clod il metilosalicile, r etilosalicile, r amilosalieile. Gli eteri saliciliei in tal caso non si dovrebbero rappresentare eolle formule
doi:10.1007/bf02729117 fatcat:n4ihkt7kybeupkfm4uwojkcv6y