New rules for the generic drugs market introduced by the "Decreto Abruzzi"

Mario Eandi
2009 Farmeconomia: Health Economics and Therapeutic Pathways  
EditorialE cati dalle aziende farmaceutiche nel corso dell'anno 2008, una quota pari all'1,4 per cento calcolata sull'importo al lordo delle eventuali quote di partecipazione alla spesa a carico dell'assistito e delle trattenute convenzionali e di legge. Tale trattenuta è effettuata in due rate annuali e non si applica alle farmacie rurali con fatturato annuo in regime di Servizio Sanitario Nazionale, al netto dell'imposta sul valore aggiunto, inferiore a 258.228,45 euro. per i medicinali
more » ... i medicinali equivalenti [...], con esclu-b. sione dei medicinali originariamente coperti da brevetto o che abbiano usufruito di licenze derivanti da tale brevetto, le quote di spettanza sul prezzo di vendita al pubblico al netto dell'imposta sul valore aggiunto, [...] sono così rideterminate: per le aziende farmaceutiche 58,65%, per i grossisti 6,65% e per i farmacisti 26,7%. La rimanente quota dell'8 per cento è ridistribuita fra i farmacisti ed i grossisti secondo le regole di mercato ferma restando la quota minima per la farmacia del 26,7 per cento. Per la fornitura dei medicinali equivalenti [...] il mancato rispetto delle quote di spettanza previste dal primo periodo del presente comma, anche mediante cessione di quantitativi gratuiti di farmaci o altra utilità economica, comporta, con modalità da stabilirsi con decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze: per l'azienda farmaceutica, la riduzio-1. ne, mediante determinazione dell'AIFA, del 20 per cento del prezzo al pubblico dei farmaci interessati dalla violazione, ovvero, in caso di reiterazione della violazione, la riduzione, del 50 per cento di tale prezzo; per il grossista, l'obbligo di versare al 2. Servizio Sanitario Regionale una somma pari al doppio dell'importo dello sconto non dovuto, ovvero, in caso di reiterazione della violazione, pari al quintuplo di tale importo; per la farmacia, l'applicazione della san-3. zione pecuniaria amministrativa da cinquecento euro a tremila euro. In caso di Poche settimane dopo l'evento sismico che ha colpito la Regione Abruzzo, il Governo italiano ha approvato il Decreto Legge 28/04/2009 n.39, recante "Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici nella regione Abruzzo nel mese di aprile 2009 e ulteriori interventi urgenti di protezione civile". Tra le disposizioni in esso contenute, alcune riguardano il settore farmaceutico e in particolare i medicinali generici. Infatti, nell'ambito del Capo V -Disposizioni di carattere fiscale e di copertura finanziaria, l'articolo 13 "Spesa farmaceutica ed altre misure in materia di spesa sanitaria" introduce, da un lato, una riduzione transitoria del prezzo dei farmaci generici e, dall'altro, una serie di misure di riordino del mercato dei generici secondo quanto convenuto con l'accordo siglato al Tavolo della farmaceutica, lo scorso 15 ottobre 2008. Infine, impone una riduzione del tetto programmato della spesa farmaceutica territoriale dal 14% al 13,6%. Vediamo in dettaglio i provvedimenti, immediatamente operativi dalla data di pubblicazione in GU (28/04/09) ma passibili di modifiche in corso di approvazione del Decreto Legge da parte del Parlamento. Il comma 1) introduce alcuni provvedimenti finalizzati a "conseguire una razionalizzazione della spesa farmaceutica territoriale" e precisamente: il prezzo al pubblico dei medicinali equi-a. valenti [...] è ridotto del 12 per cento a decorrere dal trentesimo giorno successivo a quello della data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 31 dicembre 2009. La riduzione non si applica ai medicinali originariamente coperti da brevetto o che abbiano usufruito di licenze derivanti da tale brevetto, né ai medicinali il cui prezzo sia stato negoziato successivamente al 30 settembre 2008. Per un periodo di dodici mesi a partire dalla data di entrata in vigore del presente decreto e ferma restando l'applicazione delle ulteriori trattenute previste dalle norme vigenti, il Servizio Sanitario Nazionale nel procedere alla corresponsione alle farmacie di quanto dovuto per l'erogazione di farmaci trattiene, a titolo di recupero del valore degli extra sconti prati-
doi:10.7175/fe.v10i1.158 fatcat:fu42yuw4pze7rd5lsi2enkarae