Immigrazione e sicurezza Il ruolo dello SPRAR nella metropoli di Roma e in alcuni comuni medi italiani

Daniele Ferretti
2017 unpublished
In the last few years Italian cities are playing a key role to face the arrival of migrants on the Italian coasts. The foreign presence can have a different impact within urban contexts. On one side, it can promote the social, economic and cultural development but, on the other one, we have assisted to the increase of citizens' insecurity and the development of urban conflicts. Thus, in order to investigate the impact of reception policies in the Italian cities, the paper focuses on the
more » ... uses on the reception paths of asylum seekers and refugees within System of Protection of Asylum Seekers and Refugees (SPRAR) in the suburbs of "Tor Sapienza" (Rome) and in three Italian medium size cities: Savona (North of Italy), Pesaro (Centre of Italy), Matera (South of Italy). Immigrazione e sicurezza: quale ruolo per le politiche locali di accoglienza? Negli ultimi anni, il fenomeno dell'immigrazione e, in particolare, l'accoglienza dei migranti all'interno delle città, hanno acquisito un ruolo di primo piano nel dibattito pubblico europeo e nazionale. L'Italia, infatti, è il terminale della rotta migratoria centrale europea che congiunge le due sponde del Mediterraneo: tale collocazione geografica la rende paese sia di transito sia di approdo per migliaia di migranti alla ricerca di sicurezza e di migliori opportunità di vita (Zupi et al. 2012; Frontex 2016). Ciò ha determinato l'ingresso nelle città italiane di migliaia di richiedenti e titolari di protezione internazionale. Questi sono divenuti a tutti gli effetti attori che abitano il contesto urbano, portatori di bisogni e, al tempo stesso, di sfide a cui la comunità locale è chiamata a dare risposte. In tale quadro, le politiche locali di accoglienza stanno giocando un ruolo decisivo per rispondere ai molteplici interrogativi che i fenomeni migratori pongono all'interno dei territori. Esse, infatti, sembrano poter contribuire da un lato a favorire il processo di inclusione del migrante e, dall'altro, a ridurre il sentimento di insicurezza della popolazione residente, che in taluni casi può sfociare in episodi di manifesta intolleranza e conflittualità, come testimoniano le diverse mobilitazioni anti
fatcat:4pfa7usw6nfvbmhvzlsmd6zpym