Albania tra limiti e confini

Eugenio Imbriani
2013 unpublished
The author reflects on the debate about the self-representation of culture in Albania after the fall of the communist regime, as well as on the choices and strategies employed in the identification and production of cultural heritage, on the basis of reports coming from Europe and then from the rest of the world. Tra i materiali etnografici relativi alla cultura popolare albanese pubblicati sull'«Archivio di etnografia» ormai oltre una decina di anni fa è presente un corpus di fotografie di
more » ... i fotografie di Stefano Vaja, sotto il titolo Albanie, al plurale 1. «L'Albania», spiegava l'autore, «è una realtà complessa e di fronte a una radicale crisi d'identità, difficilissima da riassumere compiendo scelte significative». Immediatamente dopo, quasi si correggeva parlando non di una, ma di «una serie di realtà contraddittorie e stratificate, che per di più procedono a velocità differenti» (Vaja 2000: 65), e raccontava il suo incontro con la 1 Il volume dell'«Archivio di etnografia» in questione è il n. 1, 2000; gli altri testi sull'Albania che vi compaiono sono: Ramadan Sokoli, La polifonia tradizionale albanese (pp. 57-63); Nicola Scaldaferri, Viaggi (musicali) in Albania (pp. 79-81), Agron Xhagolli, L'Istituto di Cultura Popolare e la cultura nazionale albanese (pp. 103-106).
fatcat:24cro4tssraizcbqzhhw6yht7i