Le follie dell'Imperatore: arte pittorica e lusso per una nuova lettura della Domus Aurea neroniana

Veronica Iacomi
2013 Incontri: Rivista Europea di Studi Italiani  
L'avversione dei contemporanei, insieme all'univoca condanna dei detrattori cristiani, rendono la figura di Nerone ancora oggi controversa e capace di evocare immagini non edificanti di lusso e sregolatezza, fasto e magnificenza, insana teatralità e spietata crudezza. La damnatio memoriae a cui il Senato lo condannò dopo la morte ha portato con sé anche le tracce più tangibili e materiali della raffinata eleganza di cui l'imperatore si volle circondare nella capitale: e la Domus Aurea,
more » ... mus Aurea, simbolico luogo di tanta geniale efferatezza, negletta e pressocché abbandonata, cade nell'oblio fino alla riscoperta in età moderna e agli studi archeologici, architettonici e artistici attraverso cui, ancora oggi, si cerca di ricostruirne planimetria, architettura, aspetto, decorazioni, funzioni e significati, ormai sopraffatti dalla storia plurisecolare dell'Urbe. Nell'ambito di una lunga tradizione di studi sulla Domus Aurea, vede la luce ora (febbraio 2013) un'opera ambiziosa negli intenti e assai ampia per l'apparato che ne accompagna le analisi e le conclusioni, a culmine di un lavoro più che trentennale condotto da due generazioni di studiosi olandesi. Gli autori, Paul G.P. Meyboom (Università di Leida) e Eric M. Moormann (Radboud Universiteit, Nimega), entrambi legati a Roma da studi e collaborazioni di lunga data, si propongono di analizzare e catalogare i resti della residenza neroniana attestati nel padiglione sul Colle Oppio specialmente sotto il profilo decorativo. Pertanto il volume, con un ricco apparato figurativo raccolto in un secondo tomo separato, si compone essenzialmente di tre parti: la trattazione analitica ed interpretativa dei resti delle decorazioni (Capitoli 4-7), preceduta da una vasta discussione storiografica e metodologica con rimandi allo status quaestionis in merito agli studi più specificamente planimetrici e architettonici e conclusioni sulle cronologie (Capitoli 1-3) , e il catalogo vero e proprio (Capitolo 8). Nella sezione iniziale viene condotta una sistematica analisi critica della letteratura precedente: un ampio stato dell'Arte che prende avvio dall'Antichità e che, ripercorrendo la storia della Domus Aurea dalla morte di Nerone fino ai nostri giorni, ne
doi:10.18352/incontri.9326 fatcat:w57beautizen7gpevrwoxzsqju