Introduzione a La Deleuziana 5-Macchine da guerra a ritornelli terrestri

Jean-Se Bastien Laberge
unpublished
Chi lotta con i mostri deve guardarsi di non diventare, così facendo, un mostro. E se tu scruterai a lungo in un abisso, anche l'abisso scruterà dentro di te. Nietzsche, Al di là del bene e del male, §146 Questo quinto numero de La Deleuziana affronta la molteplicità di problematiche legate ai ritornelli e al loro rapporto con la Terra, partendo dalla considerazione che i ritornelli, intesi come potenti macchine da guerra, hanno una pertinenza (allarmante) con l'attuale stato di cose. In questo
more » ... di cose. In questo senso, il nostro interesse per le macchine da guerra a ritornelli terrestri mira a offrire una migliore comprensione delle nostre congiunture, nonché a individuare delle vie di fuga future che tengano in debito conto le potenzialità passate. Come tracciare soluzioni alle nostre aporie senza peggiorare la situazione, come seguire le vie di fuga che ci attraversano senza ricadere, nostro malgrado, in territori ancora più regolamentati e segmentarizzati? Per riprendere la celebre espressione utilizzata da Foucault nella prefazione alla traduzione americana de l'Anti-Edipo: cosa sarebbe oggi una introduzione alla vita non fascista? Come hanno teorizzato Gilles Deleuze e Félix Guattari, i ritornelli, nel loro rapporto con i territori e i desideri, sono potenze che possono essere sia emancipatrici che repressive. Ed è proprio a questa tensione, nel suo attualizzarsi tra l'esclusione e l'integrazione attraverso le macchine di guerra statali, che si interessa Eric Lucy. Analizzando il desiderio di desiderio di territori sotto la forma-Stato e, tra gli altri, il ruolo di parole d'ordine quali "siamo a casa nostra" e "zona da difendere", l'autore mostra lucidamente come tali regimi di segni sono sempre misti. Il contributo di Charles Deslandes si rivolge a una altra ambivalenza, ossia quella della figura del loup nello spazio sociopolitico contemporaneo del Québec; mostrando il modo in cui il riferimento ai loups viene mobilizzato, rispetto al ritornello statale della sovranità come macchina da guerra moderna, al contempo dal gruppo nazionalista-identitario La Meute, dal Comité Printemps 2015 (formato dal movimento studentesco) e nel film-documentario La bête lumineuse di Pierre Perrault, l'autore mostra come il divenir-animale può sia rafforzare che indebolire la sovranità statale, se non addirittura metterne in pericolo i rapporti gerarchici. Dal divenir-animale si passa al divenir-insetto, poiché è attraverso la concettualizzazione del divenire-falena che si trova nello sviluppo dell'album OK Computer del gruppo britannico Radiohead, dal suo lancio nel 1997 alla sua versione aumentata OKNOTOK del 2017, che
fatcat:q3b36yyarvdhng4vrbnxxr2fo4