Dalla pagina allo schermo: le trasformazioni del libro e della lettura

Lodovica Braida
2018 STORIA IN LOMBARDIA  
Ricerche DALLA PAGINA ALLO SCHERMO. LE TRASFORMAZIONI DEL LIBRO E DELLA LETTURA di Lodovica Braida Da diversi anni libri e giornali dedicano grande spazio al futuro del libro e alla rivoluzione in corso che sta portando al trasferimento del patrimonio scritto dal supporto cartaceo a quello elettronico. A differenza dell'invenzione di Gutenberg che, per quanto fosse innovativa, aveva creato pur sempre un codex, cioè un quaderno fatto di carte, la rivoluzione cui stiamo assistendo prevede la
more » ... ndo prevede la trasformazione dei supporti e delle forme attraverso cui un testo è trasmesso. Per questo, per capire le mutazioni del presente è necessario non perdere il raccordo con il passato. Solo così si possono cogliere le analogie e le differenze, le continuità e le innovazioni che hanno segnato la trasmissione della cultura scritta nel corso dei secoli, dal manoscritto al libro a stampa fino al libro digitale. Si tratta di passaggi tecnologici ma anche sociali, economici, giuridici e più ampiamente culturali. Uno sguardo di lunga durata ci consente di riflettere sul fatto che non siamo i primi a vivere una rivoluzione nella trasmissione della cultura scritta. Altri prima di noi si trovarono di fronte a grandi cambiamenti tecnologici. Altri toccarono con mano che la tecnologia non basta, almeno nel breve periodo, a cambiare abitudini consolidate. Lo studio del passaggio dal manoscritto al libro a stampa mostra, almeno nei primi cinquant'anni di diffusione in Europa delle stamperie, più elementi di continuità che di drastiche trasformazioni. Proprio come sta accadendo oggi. Come ha scritto lo storico americano Robert Darnton, «l'esplosione delle modalità di comunicazione elettroniche è altrettanto rivoluzionaria dell'invenzione della stampa a caratteri mobili, e noi abbiamo altrettante difficoltà ad assimilarla di quante ne ebbero i lettori nel Quattrocento, quando si trovarono di fronte ai testi a stampa» 1 . E proprio per una disposizione umana non trascurabile, quella dell'abitudine, le nuove tecnologie non sostituiscono di colpo quelle vecchie: come il manoscritto e il libro a stampa convissero per un 1. Darnton, 2011, p. 19. Sulle grandi trasformazioni della rivoluzione digitale si veda anche Roncaglia, 2010.
doi:10.3280/sil2017-001014 fatcat:nlih7csa7zgi7f76wjke3hse2m