IL TERMINE PER ADEMPIERE ALLA SENTENZA TORREGGIANI SI AVVICINA A SCADENZA: DALLA CORTE COSTITUZIONALE ALCUNE PREZIOSE INDICAZIONI SULLA STRATEGIA DA SEGUIRE

Di Angela, Della Bella
2010 unpublished
SOMMARIO: 1. Un passo indietro: il doveroso adempimento degli obblighi imposti dalla sentenza Torreggiani.-2. Le riforme strutturali necessarie per rimuovere le cause del sovraffollamento.-3. L'individuazione di rimedi per la cessazione della violazione e la riparazione del diritto violato: la sentenza 279 della Corte costituzionale.-3.1. Le ragioni a sostegno dell'inammissibilità della questione sollevata.-3.2. I suggerimenti della Corte ed il monito rivolto al legislatore.-4. Una possibile
more » ... 4. Una possibile configurazione dei 'rimedi da sovraffollamento': presupposti e destinatari.-4.1. I rimedi compensativi.-4.2. I rimedi preventivi.-5. Indulto (e amnistia?) in funzione di ripristino della legalità. 1. Un passo indietro: il doveroso adempimento degli adempimenti imposti dalla sentenza Torreggiani. Con la sentenza n. 279 del 2013, che ha dichiarato l'inammissibilità della questione di legittimità costituzionale dell'art. 147 c.p., la Corte costituzionale ha precluso la strada, suggerita dai giudici a quibus, dell'utilizzazione del rinvio facoltativo della pena in funzione di 'rimedio preventivo' per le violazioni del diritto del detenuto a non subire un trattamento contrario a senso di umanità, derivanti dal sovraffollamento. Per effetto di ciò, si è riaperto il problema di individuare, entro il termine imposto dalla sentenza Torreggiani, delle soluzioni adatte a garantire la immediata cessazione delle violazioni in atto 1. Prima di esaminare le motivazioni della sentenza, vorrei fare un passo indietro nel tentativo di riflettere su quali siano le richieste alle quali dobbiamo rispondere: occorre infatti prendere bene la mira per essere sicuri di riuscire a colpire un bersaglio che, davvero, non possiamo mancare. 1 Cfr. C. eur. dir. uomo, 8 gennaio 2013, Torreggiani c. Italia, in questa Rivista, con nota di VIGANÒ, Sentenza pilota della Corte EDU sul sovraffollamento delle carceri italiane: il nostro Paese chiamato all'adozione di rimedi strutturali entro il termine di un anno. A commento della sentenza, cfr. anche DELLA MORTE, La situazione carceraria italiana viola strutturalmente gli standard sui diritti umani (a margine della sentenza Torreggiani c. Italia), in Diritti umani e diritto internazionale, 2013, p. 147 ss; DOVA, Torreggiani c. Italia, un barlume di speranza nella cronaca del sistema sanzionatorio, in Riv. it. dir. proc. pen. 2/2013, p. 948 ss.; TAMBURINO, La sentenza Torreggiani e altri della Corte di Strasburgo, in Cass. pen. 2013, p. 11 ss.
fatcat:dlitgydu2vfenabkquw2su3sua