Diet and lifesyle of a cohort of primary school children

E. Caputo, V. Talarico, F. Mattace, L. Giancotti, E. Anastasio, M. Baserga
2012 La Pediatria Medica e Chirurgica  
Introduzione: l' obesità viene considerata la malattia del nuovo millennio in quanto colpisce circa 300 milioni di persone in tutto il mondo. il dato che spaventa di più è l'incidenza nei bambini. il soprappeso e l'obesità sono, infatti, importanti fattori di rischio per le malattie cardiovascolari, il diabete mellito di tipo 2, l'ipertensione, problemi di adattamento e relazione come abbassamento dell'autostima e depressione. Obiettivi: il nostro studio si è posto come obiettivo
more » ... e di soggetti a rischio di sovrappeso/obesità ai fini di una prevenzione primaria. Abbiamo organizzato degli incontri in cui abbiamo discusso i risultati della nostra indagine e sensibilizzato i bambini, le famiglie e la scuola, sull'importanza di sane abitudini alimentari e comportamentali. Pazienti e Metodi: l'indagine è stata condotta, dal 2008 al 2010, su 545 bambini (282F, 263M), di età compresa tra 6 e 10 anni, in due scuole primarie della provincia di Catanzaro. Sono stati valutati: età, sesso, peso, altezza, pressione arteriosa, circonferenza vita. Ai bambini è stato inoltre somministrato un questionario di 22 domande sulle loro abitudini alimentari e comportamentali. Analisi statistica: test di Fisher x². Risultati: dall' indagine è emerso che il 62% dei bambini era normopeso, il 27 sovrappeso e l'11% obeso. un dato particolarmente rilevante, riguardava i maschi di 8 e 9 anni, in cui la percentuale dei sovrappeso-obesi, era circa il 56% e quindi maggiore rispetto a quella dei normopeso. Abbiamo riscontrato casi di ipertensione esclusivamente nei bambini obesi. Avevano una circonferenza vita elevata il 98% degli obesi, l'80% dei sovrappeso e il 24% dei normopeso. non abbiamo riscontrato differenze alimentari qualitative tra i bambini normopeso e sovrappeso/obesi. Abbiamo invece riscontrato importanti differenze comportamentali: passava più di 2 h il pomeriggio, davanti alla tv, al computer, ai videogiochi, il 90% dei bambini obesi, il 64% dei sovrappeso e il 53% dei normopeso. Praticava attività motoria il 70% dei normopeso, l'82% dei sovrappeso e il 95% degli obesi. Discussione/conclusione: dalla nostra indagine è emerso un quadro piuttosto allarmante, date le conseguenze cardio -metaboliche, endocrine, respiratorie, muscolo-scheletriche e psicologiche cui predispone una condizione di sovrappeso/obesità. e' dovere di tutti coloro che lavorano in ambito sanitario a stretto contatto con i bambini, dei genitori, della scuola, della società educare i bambini ad apprezzare e quindi seguire degli stili di vita salutari. questo, sicuramente, potrà contribuire a porre un freno all'allarmante "epidemia" di obesità.
doi:10.4081/pmc.2012.65 pmid:22730633 fatcat:dkg5y3buezc6zep42kkskolk54