A regola d'arte: Collezione, montaggio e utopia nell'opera di Georges Adéagbo

Valentina Lusini
2017
L'articolo presenta l'opera dell'artista beninese Georges Adéagbo, conosciuto per la realizzazione di complessi assemblaggi di oggetti recuperati, testi, sculture, segni eterogenei di cultura colta e popolare, immagini del mondo dei mass-media, elementi della tradizione orale, cultuale e letteraria di tempi e luoghi diversi che esemplificano la relazione spesso controversa tra conservazione e memoria. L'inclinazione archivistica include il ricorso a fonti e frammenti etnografici, fornendo una
more » ... ici, fornendo una prospettiva decentrata che, interrogando le narrative dominanti e di senso comune, conduce a una riflessione su temi politici globali. L'opera di Adéagbo si muove nell'area estesa nel contatto interculturale in cui arte e antropologia mantengono una relazione stretta e complessa. Prendendo in esame questa relazione l'articolo sottolinea il ruolo dell'artista, delle istituzioni museali, dei critici e dei curatori nella produzione del valore e nelle strategie di consumo della differenza in un contesto culturale globale.
doi:10.7340/anuac2239-625x-3047 fatcat:r7pykxz46bd3fdkn6zavxhtbse