Dell' opera postuma di E. Kant sul passaggio dalla Metafisica della Natura alla Fisica

Di Felice Tocco
1899 Kant-Studien  
VII. II nostro autore ha tanta fede nella teorica delF etere, ehe gli da un' cstentione maggiore di quel ehe pensassero i fisici del suo tempo. Ne solo l'attrazione e la ripulsione egli cerca di rieavarne, ma benanehe i fenomeni della capillaritä e della solidificazione. 11 modo comune di spiegare la capillaritä" ehe cioe il tubo eapillare di vetro attragga a so l'aequa tanto alto quanto lo consenta il peso di essa, ha due errori secondo il Kant. In primo luogo quell'attrazione, ehe il vetro
more » ... rciterebbe a distanza, e un ipotesi andace, ed in secondo luogo non spiega il tremolio dell* acqua ehe s'eleva nel tubolino. Una migliore spiegazione, seguita il nostro Antore, sarebbe questa: in virtü di qaello stesso moto eoncussorio per cui il calore produce la fluiditä dell'aequa (scioglie il ghiaccio), questa nel punto di contatto col vetro e nei punti convicini diventa un fluido piü leggero, e percio si solleva nel tubo al di sopra del livello, secondo la legge ehe una materia, le cui parti internamente sieno in moto concussorio e continuo, occnpa maggior spazio e diventa piü leggera della materia distante maggiormente dalla superficie piü densa, e percio la colonna a contatto del vetro si solleva al disopra del livello dell' acqua circostante. 2 ) Questa dimostrazione o ripetuta piü volte, e spesso con le stesse parole, ma non si ehe vi manchino quä, e la, delle aggiunte degne di note. Cosi nel fascicolo nono oltre alle critiche gia fatte alla spiegazione commune della capillarita, c' ancor questa: ehe nel caso di un liqnido piü denso, come mercurio,
doi:10.1515/kant.1899.2.1-3.277 fatcat:uzyu5aalr5ecxpinas2z6qbxmq