The new National Forest Law, a very encouraging step forward
Il nuovo Codice Forestale Nazionale, un testo di legge molto incoraggiante

M Marchetti
2018 Forest@  
Dopo la fruttuosa conclusione del Congresso SISEF di Roma nell'ottobre scorso, accogliamo con estremo piacere il nuovo Codice Forestale nazionale. Un testo di legge innovativo, proattivo ed olistico, che dà finalmente una visione di sistema e tenta di dare delle risposte ai tanti interrogativi che negli ultimi anni il mondo scientifico in primis si è sforzato di porre, cercando di superare l'annoso dualismo tra utilizzo e conservazione. Una legge che fa il paio ed è in assoluta sintonia e
more » ... ta sintonia e sinergia con le altrettanto lodevoli iniziative avviate, ad esempio, con il Collegato Ambientale approvato con la legge 221/2015, quelle sulle proprietà collettive e sui piccoli comuni, e tutti i documenti strategici che in maniera più o meno diretta guardano al mondo della conservazione e dell'utilizzo sostenibile del Capitale Naturale, di cui le foreste sono parte integrante e preponderante. Salutiamo con piacere una Legge che vogliamo definire "contemporanea", perché parte dall'analisi del sistema socio-economico-ecologico attuale e che da anni anche il mondo scientifico delle scienze agrarie e forestali sta cercando di raccontare in maniera rigorosa ed analitica. Una realtà che racconta innanzitutto di un Paese caratterizzato da una crisi strutturale e storica. L'abbandono e la marginalizzazione di un'economia rurale imperniata sull'utilizzo del Capitale Naturale largamente disponibile, con il conseguente massiccio esodo dalle zone rurali ed interne, sono parte integrante di questa crisi, come anche la rarefazione delle peculiarità ecologiche e culturali e l'utilizzo sempre più intensivo e scriteriato di risorse nelle aree di pianura, costiere e di fondovalle, e a ridosso dei grandi centri urbani. Una situazione alla base di forti insostenibilità e schizofrenie legate tanto al non-uso che allo sfruttamento, in completa negazione del principio spaziale, ancor prima che temporale, insito nel concetto stesso di sostenibilità. Non vi è so-
doi:10.3832/efor0074-015 fatcat:324sezu6f5ghzoty2ylxfokwsu