"'O sole mio" e l'habanera: napoletanità e cosmopolitismo nella prima era della popular music

Jacopo Tomatis
2019 ATeM Archiv für Textmusikforschung  
O sole mio" is considered the quintessential Neapolitan song, a widely popular musical icon of 'Neapolitanness'. And yet, the song also raises questions about the nature of 'Neapolitanness' in music, as it is based on a habanera pattern, a rhythm originated in Cuba which became very popular in Europe in the late XIX century. The article reflects on how music could sound 'Neapolitan' (and thus 'Italian'), and how these features are established, observing the case of "'O sole mio" from a cultural
more » ... io" from a cultural historical perspective. Introduzione In pochi metterebbero in dubbio che, nel senso comune, "'O sole mio" rappresenti la tipica canzone napoletana, uno dei brani del repertorio partenopeo più celebri, se non direttamente "la canzone più famosa del mondo" (Del Bosco 2006) . Alla sua fama globale hanno contribuito innumerevoli interpreti, da Caruso a Elvis Presley, e il brano -ancora oggi -è un classico obbligato di ogni compilation su Napoli, uno stemma sonoro di napoletanità e di italianità nel mondo -o, meglio, di una certa idea di napoletanità e italianità: passatista, malinconica, romantica (Tomatis 2019, 29-47). Fra i significati veicolati dalla musica, e dalle canzoni in particolare, quelli legati a identità nazionali o locali sono di certo fra i più interessanti (Sorce Keller 2012). Si tratta di relazioni simboliche 'inventate' attraverso processi diacronici di stilizzazione di elementi musicali o "paramusicali" (Tagg/Clarida 2003, 271), fino alla codificazione di una vera e propria music library di musiche 'nazionali' o 'regionali'. Tali relazioni sembrano funzionare in due direzioni. Da un lato -in direzione centripeta -sono spesso riconosciute dai membri di un dato gruppo come parte di una auto-rappresentazione in termini di "nazione" (Anderson 1996) o di "comunità" (Kaufman Shelemay 2011), l'equivalente sonoro di una bandiera. Dall'altro -in direzione centrifuga -esse divengono parte della rappresentazione dall'esterno di una comunità, fino al cristallizzarsi in veri e propri cliché sonori. Attraverso questi stereotipi, ad esempio, funziona quel meccanismo per cui al cinema possiamo evocare 'Parigi' o 'Francia'
doi:10.15203/atem_2019_2.02 fatcat:mlltxlmuwzhg5bxjxx3tdksecq